Far crescere l'occupazione giovanile, l'inclusività e la mobilità

Si occupa, fra l'altro, della politica di formazione professionale (comprese le qualifiche professionali), della libera circolazione dei lavoratori e dei pensionati e delle discriminazioni sul luogo di lavoro e nel mercato del lavoro (eccetto quelle fondate sul genere, che rientrano nella sfera di competenza della commissione per i diritti della donna).

In termini pratici, questa commissione dà priorità alle nostre azioni volte a stimolare l'occupazione e l'imprenditoria giovanile, a favorire un mercato del lavoro inclusivo e a promuovere la mobilità dei lavoratori.

Abbiamo compiuto alcuni progressi significativi. Ci siamo battuti per aumentare i finanziamenti europei di tutte le politiche rivolte ai giovani, da quelle mirate a contrastare la disoccupazione giovanile ai programmi per la gioventù (la garanzia UE per i giovani ed Erasmus+).

Consideriamo gli investimenti nell'istruzione e nell'apprendimento permanente delle priorità essenziali da perseguire per offrire ai giovani europei prospettive migliori e costruire un'economia più dinamica, innovativa e competitiva. Ci impegniamo attivamente per realizzare questi obiettivi.

In corso

Altri contenuti collegati

Inizio pagina