Tema caldo

Legge sui diritti d'autore, difesa dei consumatori, Stato dell'Unione, futuro della UE

IL Parlamento Europeo ha approvato delle nuove norme per garantire ai creatori di contenuti un'equa retribuzione e per impedire alle compagnie di...

Prossimamente
Manfred Weber, Chairman of the EPP Group in the EP

“Europe is back. Europe is much more robust than four years ago. We overcame those tough times together. With your cool head, dear Jean-Claude...

Prossimamente
Aerial view of London and the River Thames

The EPP Group in the European Parliament does not want to require British-based clearing houses to relocate after Brexit, but wants more regulatory...

Prossimamente
PAC post-Brexit: difendere agricoltori e consumatori

La Politica Agricola Comune UE deve contare sullo stesso bilancio anche dopo la Brexit, sostiene Herbert Dorfmann, relatore del Gruppo PPE per il...

Prossimamente

Brexit

Dopo il referendum sulla Brexit tenutosi a giugno 2016, dove gli inglesi, con un'esigua maggioranza, hanno votato a favore dell'uscita dall'UE, il 29 marzo 2017 il Regno Unito ha attivato l'articolo 50, innescando ufficialmente la Brexit (è la prima volta che uno Stato membro lascia l'UE) e avviando un periodo di negoziati di durata biennale volti a raggiungere un "accordo di divorzio".

Il Parlamento europeo dovrà approvare o respingere l'accordo finale sul recesso e, nel mese di aprile 2017, è stata la prima Istituzione europea a prendere posizione in merito ai negoziati sulla Brexit.

Tale posizione rispecchia le nostre priorità: tutelare i diritti dei cittadini dell'UE nel Regno Unito e dei cittadini del Regno Unito negli Stati Membri, assicurarsi che il Regno Unito rispetti i propri impegni finanziari e accetti un accordo sull'Irlanda del Nord che eviti la creazione di una frontiera fisica con l'Irlanda e sancisca irrevocabilmente i termini dell'accordo di pace del Venerdì santo.

La risoluzione fornirà anche un metro di paragone per valutare l'esito dei negoziati relativi al recesso del Regno Unito dall'UE.

Nei prossimi due anni la Brexit rimarrà una priorità per il Parlamento europeo mentre Unione europea e Regno Unito negozieranno innanzitutto l'uscita ordinata di quest'ultimo, poi delle disposizioni transitorie e, infine, un accordo relativo alle relazioni future.

In base ai risultati dei sondaggi commissionati dal Gruppo PPE, il 78% dei cittadini europei ritiene che l'obiettivo principale dei negoziati sulla Brexit debba essere la protezione degli interessi dei restanti 27 Stati Membri, in particolare delle loro economie. Ulteriori risultati dei sondaggi.

Prioritá

No priority found

I nostri successi

No topic found

Notizie

Brexit Jigsaw puzzle displaying european map missing Great Britain
08.03.2018 - 15:55

Brexit: EP proposes close relationship in form of an Association Agreement

MEPs will next week in Strasbourg set out their views on the post-Brexit framework for the future EU-UK relationship. The draft resolution agreed by the European Parliament Conference of...
Brexit Direction Sign
03.10.2017 - 15:31

Brexit: no talks about future relationships before withdrawal results are obtained

"Unless there is a major breakthrough on the withdrawal results during the fifth negotiation round, the European Council has to postpone the start of negotiation talks on the future relationship...
Brexit
12.05.2017 - 09:30

Three quarters of Europeans think EU future is more important than relations with post-Brexit UK

A poll conducted by RED C Research and Marketing, commissioned by the EPP Group, found that 78% of Europeans want the primary objective for Brexit negotiations to be protecting the good future of the...

Pages

Comunicati Stampa

Manfred Weber, Chairman of the EPP Group in the EP
12.09.2018 - 12:39

State of the Union: we want a Europe of the people

“Europe is back. Europe is much more robust than four years ago. We overcame those tough times together. With your cool head, dear Jean-Claude Juncker, your determination and your sincere heart...
Aerial view of London and the River Thames
16.05.2018 - 11:34

Brexit: no arbitrary decisions on British clearing houses

The EPP Group in the European Parliament does not want to require British-based clearing houses to relocate after Brexit, but wants more regulatory power over non-EU clearing houses if they clear...
Brexit
13.03.2018 - 11:55

UK red lines have consequences

“Brexit is bad for all of us. The negotiations are now about limiting the damage”, said Elmar Brok MEP, EPP Group Brexit Spokesman and Member of the EP’s Brexit Steering Group, in...

Pages

VIDEOS

Loading Video...
Loading Video...
Loading Video...

Pages