institutions

Il nostro lavoro con le altre istituzioni dell'UE

 

 

Con la Commissione

Commission

La Commissione europea, il braccio esecutivo dell'UE, ha il diritto di iniziativa, ovvero, nell'assetto dell'Unione europea, è l'istituzione che propone gli atti legislativi. Il Parlamento, in qualità di colegislatore dell'UE e di istituzione che rappresenta il popolo, ha il compito di tradurre tali proposte in legge. Pur non partecipando direttamente al processo decisionale, la Commissione siede al tavolo dei negoziati quando i parlamentari e i rappresentanti del Consiglio discutono gli aspetti fondamentali delle proposte legislative.

La Commissione propone il progetto di bilancio annuale dell'UE, che funge da base per i negoziati tra il Parlamento europeo e gli Stati membri. La Commissione europea risponde ai rappresentanti del popolo. I commissari sono invitati a pronunciarsi in Aula sui temi di attualità che rientrano nella loro sfera di competenza. Essi sono tenuti a rispondere alle interrogazioni parlamentari, scritte od orali che siano.

Il Parlamento europeo ha il diritto di approvare o respingere la Commissione europea. I commissari designati devono sottoporsi a delle audizioni pubbliche al Parlamento europeo, durante le quali è valutata la loro competenza in relazione ai potenziali portafogli. Ai sensi del trattato di Lisbona, il Consiglio europeo, deliberando a maggioranza qualificata, propone un candidato a presidente della Commissione, tenendo in conto gli esiti delle elezioni europee. Il Parlamento europeo può censurare la Commissione e destituirla. La Commissione trasmette una relazione annuale delle sue attività al Parlamento europeo e le informazioni sull'implementazione del bilancio.

Inoltre, il Parlamento monitora le spese della Commissione attraverso la propria commissione per il controllo dei bilanci e può concedere o negare il discarico dei suoi conti. I poteri del Parlamento in materia di discarico si applicano a tutte le istituzioni dell'UE.

 

 

Con il Consiglio

Council of the European Union

Il Parlamento europeo colegifera su un piano di parità con il Consiglio dell'Unione europea. A tal fine, i parlamentari incontrano periodicamente i rappresentanti del Consiglio al tavolo dei negoziati.

In tutte le sue dieci formazioni tranne una, il Consiglio dell'UE è presieduto dalla presidenza in carica che ruota ogni sei mesi. Il capo di Stato o di governo della presidenza in carica o un membro del governo compare dinanzi all'Aula del Parlamento europeo all'inizio della presidenza per illustrare le priorità del Consiglio per i sei mesi successivi, e alla sua chiusura, per tracciare un bilancio del proprio operato. I ministri competenti del governo sono invitati a fare altrettanto per i rispettivi settori di competenza nel corso di audizioni dinanzi a tutte le commissioni.

I rappresentanti del Consiglio sono convocati per intervenire dinanzi all'Aula durante il cosiddetto "Tempo delle interrogazioni". Essi sono tenuti a rispondere alle interrogazioni parlamentari, scritte od orali che siano. Il Consiglio "Affari esteri" è presieduto in permanenza dall'Alto rappresentante dell'Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza. I rappresentanti di tale Consiglio partecipano ai dibattiti in Aula riguardanti la politica estera, di sicurezza o di difesa. Due volte l'anno l'Alto rappresentante riferisce al Parlamento europeo sulle politiche di sua competenza e sulle relative implicazioni finanziarie.

 

 

Con il Consiglio europeo

European Council

Il Consiglio europeo definisce l'orientamento politico generale e le priorità dell'Unione europea. Gli accordi raggiunti alle riunioni dei capi di Stato o di governo sono tradotti in proposte della Commissione, che arrivano sui banchi dei deputati al Parlamento europeo e successivamente diventano legge.

Il Presidente del Parlamento europeo ha il diritto di rivolgersi ai capi di Stato o di governo all'inizio di ogni Consiglio europeo, al fine di esporre la posizione del Parlamento sui temi in esame. Dopo ogni riunione del Consiglio europeo, il suo presidente è invitato a presentare al Parlamento una relazione sulle conclusioni. Non è raro che i temi affrontati nel corso delle riunioni del Consiglio europeo siano discussi altresì nell'Aula del Parlamento.

 

 

Con la Corte di giustizia

European Court of Justice

Possono portare un caso all'attenzione della Corte di giustizia europea le istituzioni dell'UE, in caso di contenziosi giuridici con altre istituzioni dell'UE o con gli Stati membri, oppure i privati cittadini, le imprese o le organizzazioni, se ritengono che un'istituzione dell'UE abbia leso i loro diritti. Ciò significa che il Parlamento europeo può essere sia il ricorrente sia il convenuto.

Il Parlamento può portare la Commissione o il Consiglio dinanzi alla Corte se ritiene che abbiano operato in contrasto con il diritto dell'UE.

Il Parlamento e il Consiglio possono istituire tribunali specializzati incaricati di conoscere in primo grado di talune categorie di ricorsi proposti in materie specifiche. Tale disposizione dei trattati è stata utilizzata per istituire il Tribunale della funzione pubblica dell'UE, che si pronuncia in merito alle controversie tra l'Unione europea e i suoi dipendenti.

 

 

Con la Corte dei conti

European Court of Auditors

La Corte dei Conti elabora e presenta al Parlamento europeo e al Consiglio una valutazione annuale del bilancio dell'UE dell'anno precedente. La commissione del Parlamento europeo responsabile di tale valutazione è la commissione per il controllo dei bilanci, il cui strumento principale è rappresentato dalla procedura di discarico, nel corso della quale il Parlamento, sulla base della valutazione preparata dalla Corte dei conti europea, verifica come sono stati spesi i fondi dell'UE. Oltre a concedere o negare il discarico, il Parlamento formula anche richieste specifiche in merito a future azioni correttive da intraprendere dove necessario e la Commissione e le altre istituzioni sono tenute a rispondere alle critiche presentate. La Corte dei Conti è composta da un membro per ogni paese dell'UE e il Parlamento deve essere consultato prima della loro nomina.

Ultime news

CETA
20.09.2017 - 10:42

Europe leads on rules-based trade: CETA comes into force

Following seven years of negotiations, the Comprehensive and Economic Trade Agreement (CETA) will provisionally enter into force tomorrow. "The...
Euro symbol in the magnifying glass
14.09.2017 - 12:41

EPP Group deplores attempts to keep NGO financing secret

In a vote today the EPP Group rejected attempts to keep NGO financing a secret. Hiding behind calls for transparency in this House, the Greens and...
Stato dell'Unione, scandalo fipronil, Turchia, Venezuela
15.09.2017 - 12:47

Stato dell'Unione, scandalo fipronil, Turchia, Venezuela

Durante l'ultima sessione plenaria del Parlamento Europeo il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha proposto dei piani per...
Germany Raises Security Level
14.09.2017 - 11:06

Committee on terrorism: new European approach to security

The new European Parliament Committee on Terrorism (TERR), initiated by the EPP Group, met for the first time today. It will have one year to assess...

Questa settimana

25.09.2017 - 29.09.2017
European Ideas Network

EIN: debating the future of common security and stability in the Mediterranean

'Common Security and Stability in the Mediterranean Region' is the main subject of the European Ideas Network's (EIN, the EPP Group's...
Gavel and european union flag

Setting up the European Public Prosecutor’s Office

The proposal to establish a European Public Prosecutor’s Office will be voted on in the Committee on Civil Liberties, Justice and Home Affairs...
Construction worker doing measuring

The Services Package - an alternative to enforcement action?

Services represent two-thirds of the EU economy already and about 90% of job creation - for around 47 million people (22% of the European labour...