il nostro lavoro con il partito popolare europeo

Il nostro lavoro con il Partito popolare europeo

 

 

Il PPE - la principale famiglia politica in Europa

EPP Logo

Partiti membri del PPE

EPP Member Parties

Nel 1976 i cristiani democratici europei si sono riuniti per fondare il primo partito europeo transnazionale, il Partito popolare europeo (PPE). Nel corso degli anni, il partito si è evoluto, incorporando il centro e il centro-destra europei in senso lato. Il PPE comprende attualmente un totale di 75 partiti tra membri a pieno titolo, membri associati e osservatori di 40 paesi europei, costituendo la più ampia famiglia politica in Europa.

La famiglia politica del PPE è stata la forza trainante dell'integrazione europea. All'indomani della seconda guerra mondiale un gruppo ristretto di leader politici, quali Robert Schuman, ministro degli Esteri francese, Konrad Adenauer, cancelliere tedesco, e Alcide de Gasperi, Primo ministro italiano, tutti appartenenti alla famiglia del PPE, sono stati tra i padri fondatori che hanno mosso il primo passo fondamentale per la creazione di un'Europa unita al fine di evitare conflitti futuri. Ancora una volta, la famiglia del PPE conquistava il centro della scena quale elemento trainante dell'integrazione europea dopo la caduta del muro di Berlino e in vista dell'imminente crollo del totalitarismo comunista nell'Europa centrale e orientale. Ispirato dall'idea della riunificazione, il PPE si è schierato a favore e ha appoggiato l'avvento delle democrazie pluraliste nei paesi ex comunisti e ha fortemente sostenuto la riunificazione del continente, allora spaccato in due.

Mossi dall'idea di un'Europa unita, basata sui valori di dignità umana, libertà, diritti umani, Stato di diritto, solidarietà e sussidiarietà, i partiti politici europei si sono riuniti sotto l'egida del PPE. I membri di tali partiti eletti al Parlamento europeo e altri deputati dalle idee simili si sono alleati per formare il gruppo PPE, una frazione politica in seno al Parlamento europeo.

La principale attività del Partito popolare europeo consiste nell'elaborare piattaforme politiche a lungo termine, fungendo nel contempo da cruciale punto di contatto per i politici del centro-destra europeo e da ancora politica per i partiti dei paesi europei non appartenenti all'UE.

Il PPE tiene regolarmente congressi durante i quali i rappresentanti dei partiti membri, dei governi nazionali e delle organizzazioni appartenenti alla famiglia del PPE, tra cui il gruppo PPE, si riuniscono per discutere sul programma politico e determinare l'orientamento politico del PPE. Ogni tre anni il congresso elegge la presidenza del PPE.

I capi di Stato e di governo appartenenti al PPE si riuniscono prima di ogni Consiglio europeo per discutere l'ordine del giorno di quest'ultimo e coordinare le posizioni politiche. Questi "vertici" del PPE coinvolgono altresì i leader PPE provenienti da paesi non appartenenti all'UE ai quali offrono la possibilità di discutere attivamente con gli omologhi europei in merito a tematiche di attualità.

Inoltre, i ministri affiliati al PPE di settori quali affari esteri, difesa, economia e finanza, giustizia e affari interni, occupazione, agricoltura, ambiente, industria, trasporti ed energia, si incontrano prima delle riunioni del Consiglio dei ministri per preparare e coordinare il loro lavoro. Membri del gruppo PPE partecipano regolarmente alle riunioni ministeriali del PPE.

Infine, il Partito popolare europeo organizza anche riunioni periodiche dell'Assemblea politica, dove sono rappresentati tutti i suoi partiti, i suoi gruppi e le organizzazioni associate. L'Assemblea determina le posizioni politiche del partito tra un congresso e l'altro.

Diversamente dal partito, il lavoro principale del gruppo PPE riguarda l'attività legislativa in seno al Parlamento europeo. Il coordinamento legislativo all'interno del gruppo, seppur indipendente da un capogruppo, si situa nel quadro degli orientamenti di massima stabiliti dal programma politico adottato ai congressi del PPE.

Il Gruppo PPE al Parlamento europeo svolge un ruolo attivo in tutte le attività del PPE ed è rappresentato all'interno dei suoi organi principali: il congresso, l'assemblea politica e la presidenza.

 

 

Il PPE presso la Commissione

European Commission

L'attuale Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker è affiliato al PPE. Il Gruppo PPE lo ha designato come suo candidato per il ruolo di Presidente della Commissione alle elezioni europee del 2014, è stato confermato in ruolo dal Parlamento europeo e del Consiglio in seguito alla vittoria dei partiti del PPE.

Questo processo di nomina di un candidato alla Presidenza della Commissione è stato avviato dal PPE alle elezioni del 2009. Il PPE si e' avvalso di una disposizione del trattato di Lisbona, prima che quest'ultimo entrasse in vigore, e fu l'unica famiglia politica a quel tempo a presentare un candidato comune alla funzione di Presidente della Commissione. Il processo fu utilizzato successivamente da tutti i partiti per le elezioni del 2014.

Secondo il trattato di Lisbona, il Consiglio europeo, deliberando a maggioranza qualificata, nomina formalmente il candidato alla funzione di Presidente della Commissione, tenendo conto degli esiti delle elezioni europee.

La Commissione Juncker conta un totale di 14 Commissari affiliati al PPE, il che significa che sono stati proposti per il posto alla Commissione da governi guidati dal PPE. Il Partito popolare europeo organizza riunioni ad hoc con questi commissari del PPE.

Il PPE presso la Commissione

 

 

Il PPE presso il Consiglio europeo

European Council

Prima di ogni riunione del Consiglio europeo (il vertice europeo al quale partecipano i capi dei 28 Stati membri dell'UE), il Partito popolare europeo tiene tradizionalmente il vertice PPE dei capi di Stato e di governo, dei leader di partito e dei presidenti delle istituzioni europee. Il vertice del PPE prepara l'ordine del giorno del Consiglio e formula le posizioni del PPE che influenzano le decisioni finali del Consiglio europeo.

Il PPE presso il Consiglio europeo

 

 

I gruppi PPE presso il Comitato delle regioni, il Comitato economico e sociale, il Consiglio d'Europa e l'OSCE

Al Partito popolare europeo fanno inoltre capo importanti gruppi politici in altri forum europei, segnatamente il Comitato delle regioni, il Comitato economico e sociale e le assemblee parlamentari del Consiglio d'Europa e dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE).

 

Committee of the Regions
Economic and Social Committee
Council of Europe
OSCE

 

 

Ultime news

CETA
20.09.2017 - 10:42

Europe leads on rules-based trade: CETA comes into force

Following seven years of negotiations, the Comprehensive and Economic Trade Agreement (CETA) will provisionally enter into force tomorrow. "The...
Euro symbol in the magnifying glass
14.09.2017 - 12:41

EPP Group deplores attempts to keep NGO financing secret

In a vote today the EPP Group rejected attempts to keep NGO financing a secret. Hiding behind calls for transparency in this House, the Greens and...
Stato dell'Unione, scandalo fipronil, Turchia, Venezuela
15.09.2017 - 12:47

Stato dell'Unione, scandalo fipronil, Turchia, Venezuela

Durante l'ultima sessione plenaria del Parlamento Europeo il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha proposto dei piani per...
Germany Raises Security Level
14.09.2017 - 11:06

Committee on terrorism: new European approach to security

The new European Parliament Committee on Terrorism (TERR), initiated by the EPP Group, met for the first time today. It will have one year to assess...

Questa settimana

25.09.2017 - 29.09.2017
European Ideas Network

EIN: debating the future of common security and stability in the Mediterranean

'Common Security and Stability in the Mediterranean Region' is the main subject of the European Ideas Network's (EIN, the EPP Group's...
Gavel and european union flag

Setting up the European Public Prosecutor’s Office

The proposal to establish a European Public Prosecutor’s Office will be voted on in the Committee on Civil Liberties, Justice and Home Affairs...
Construction worker doing measuring

The Services Package - an alternative to enforcement action?

Services represent two-thirds of the EU economy already and about 90% of job creation - for around 47 million people (22% of the European labour...